domenica 31 luglio 2016

Patatine senza sacchetto

Lavare bene sotto l'acqua corrente le patate, senza sbucciarle.

Tagliatele a fettine sottili e ponetele su fogli di carta assorbente, in modo che si asciughino per bene.


Fate scaldare bene un po' di olio (extravergine ovvio!) in una padella bassa e immergete qualche patatina per volta.


Quando vedrete che sono ben dorate, fatele passare su un po' di carta assorbente, in modo da togliere l'olio in eccesso, e salatele un poco.
Servitele in una ciotolina, profumando con dei rametti  di rosmarino.



sabato 30 luglio 2016

Patate saporite

Non servono molte parole per descrivere questa ricetta... bastano le immagini!

Preparate una patata, bella grossa, per ogni commensale e spazzolate per bene la buccia (non vanno pelate).




Fate dei tagli profondi, ma facendo in modo che le fette non si separino. Qui la fantasia è padrona... tra le fette potete inserire quello che più vi piace. Io ho usato delle fettine sottili di cipolla, poi ho salato e aggiunto un po' di olio.




La cottura va fatta in forno a 180 °C. Il tempo dipende dalla grandezza e dal tipo di patate, ma non meno di 45 minuti.

Potete usarle come accompagnamento di un piatto proteico (carne o pesce ad esempio), in modo da renderlo completo e nutriente.

Ecco una possibile idea:



sabato 23 luglio 2016

Biscotti!

Una ricetta facile, dal risultato garantito.

Ingredienti:

  • 60 g di farina bianca e 60 g di farina integrale
  • un pizzico di sale
  • 60 g di burro freddo a dadini
  • 2 cucchiai di fiocchi d'avena
  • 40 g di datteri tritati
  • un tuorlo 


Procedimento:

Unire le farine, il sale e il burro in una ciotola. Incorporare gli ingredienti con la punta delle dita.
Aggiungere i fiocchi d'avena e i datteri e mescolare; quindi unire il tuorlo e un cucchiaio d'acqua. 
Adagiare la pasta su un ripiano infarinato e impastare leggermente per un minuto, modellando poi un cilindro di 5/6 cm di diametro. 
Avvolgete la pasta nella carta da forno e mettetela in freezer per 20 minuti; intanto scaldate il forno a 180 °C e rivestite una teglia con la carta da forno.
Tagliate la pasta a fettine dello spessore di mezzo centimetro (ne vengono una dozzina) e adagiatele sulla teglia. 
Infornate per circa 15 minuti, finché i biscotti saranno leggermente dorati. Lasciateli risposare sulla teglia prima di trasferirli su una griglia per raffreddare.
Conservarli in un recipiente ermetico.














(Tratta - adattata - da: S. Quinn - Senza zucchero aggiunto - Guido Tommasi Editore, 2015)

mercoledì 27 aprile 2016

L'ambulatorio per i Disturbi dell'Alimentazione di Esine è ora nella Mappa DCA del Ministero della Salute

In Italia negli ultimi anni sono sorti numerosi centri specialistici per la cura dei Disturbi dell'Alimentazione, ma purtroppo ancora molte persone che ne sono affette non seguono un trattamento. Poche lo desiderano e i centri specialistici non sono accessibili alla maggior parte di chi ne ha bisogno. Inoltre, molti centri non forniscono una terapia basata sull'evidenza scientifica. 
Nel 2008 il Ministero della Salute, la Presidenza del Consiglio e la Regione Umbria hanno dato avvio a una indagine sullo stato dell'arte dell'assistenza in Italia che portasse alla costruzione di una mappa delle strutture e delle associazioni dedicate ai Disturbi dell'Alimentazione (DA) al fine di garantire ai cittadini affetti da tali patologie e alle loro famiglie migliori livelli di accesso e appropriatezza dell'intervento.
Il censimento ha portato alla individuazione dei servizi dedicati al trattamento dei DA sul territorio nazionale. Per ogni servizio sono indicate le informazioni relative alla localizzazione (ente di appartenenza, indirizzo, recapiti telefonici e di posta elettronica), alle caratteristiche organizzative, agli orari di apertura, ai livelli di trattamento disponibili e alle prestazioni erogate.

La mappa, consultabile nella sezione cerca una struttura permette la consultazione di tutte le informazioni disponibili e la ricerca secondo differenti criteri (per Regione e Provincia, per livello di trattamento, per tipologia di servizio).
La mappa vuole essere uno strumento di informazione dinamica suscettibile di essere costantemente aggiornato per dare conto della evoluzione nel numero e nelle caratteristiche della offerta di servizi.
Da pochi giorni anche il Centri per i Disturbi dell'Alimentazione dell'Ospedale di Esine (BS) è inserito nella mappa nazionale, con l'obiettivo di rendersi sempre più visibile a chi cerca aiuto.

Dipartimento di Salute Mentale
UO Psichiatria
Psicologia Clinica 
Direttore Dottor V. Zindato
0364/369670
www.menopesoalpeso.it
info@menopesoalpeso.it

lunedì 25 aprile 2016

Grande Concerto Orchestra A. Vivaldi di Valle Camonica a sostegno del Centro Disturbi dell'Alimentazione


Venerdì 13 maggio 2016 ore 20, presso il palazzo Congressi di Darfo Boario Terme (BS).
Protagonisti, insieme all'orchestra Vivaldi di Valle Camonica, gli alunni della classe 1B dell'Istituto Comprensivo di Esine, gli allievi del Conservatorio di Darfo, del Liceo Golgi di Breno, della scuola Blume, dell'Accademia Vivaldi, della scuola Suad.
Sarà una serata speciale, che si concluderà con un rinfresco offerto dal Gruppo Ristoratori Valle Camonica.
Il ricavato sarà interamente devoluto al centro Disturbi dell'Alimentazione dell'Ospedale di Esine.

Per prenotazioni: 338 1435886




martedì 2 febbraio 2016

Apple Pie - Senzazuccheriaggiunti


Ingredienti:
  • Una pasta frolla (preparata secondo questa ricetta)
  • 60 ml di succo d'arancia non zuccherato più la scorza grattugiata di mezza arancia 
  • 6 mele
  • 2 cucchiaini di cannella in polvere
  • Mezzo cucchiaino di noce moscata in polvere
  • 50 g uvetta
  • 1 cucchiaio di farina integrale
  • 1 uovo sbattuto con un po' d'acqua

Procedimento:

Divido la pasta frolla in due dischi (di cui uno più grande) che metto in frigo per 30' avvolti nella pellicola.
Taglio a fettine le mele, le metto in una ciotola e aggiungo il succo d'arancia. Aggiungo le spezie (cannella e noce moscata), l'uvetta e la farina.
Stendo il disco più grande sul fondo di una tortiera da 20 cm, in modo che salga anche sui bordi. Aggiungo il composto di mele e vi adagio sopra il disco più piccolo. Chiudo bene i bordi con una forchetta e faccio qualche taglio in superficie, per far uscire il vapore.
Spennello con l'uovo e inforno in forno già caldo a 180 °C per circa 45'.
La torta è pronta quando è bella dorata. 
Prima di servirla la lascio riposare nello stampo per un quarto d'ora.

Tratto da: S. Quinn — Senza zucchero aggiunto — Guido Tommasi Editore, 2015